Nel mondo 200 milioni di persone con degenerazione maculare, i nutraceutici utili specie nella forma ‘secca’ - EyesON
MALATTIE DELLA RETINA

Nel mondo 200 milioni di persone con degenerazione maculare, i nutraceutici utili specie nella forma ‘secca’

Ritardano l’insorgenza della maculopatia, ne rallentano la progressione e ne riducono gli effetti degenerativi di tipo funzionale

Sono 200 milioni le persone, nel mondo, affette da degenerazione maculare legata all’età e nel 2040 è previsto quasi un raddoppio. Specie nella forma cosiddetta ‘secca’ riveste grande importante la supplementazione con i nutraceutici. Lo evidenzia la Dottoressa Martina Maceroni, UOC di Oculistica della Fondazione Policlinico A. Gemelli – Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, che EyesON ha intervistato in occasione del Congresso Nutraceutica e Occhio a Roma.

Utilizzare antiossidanti nella forma di integratori alimentari può aiutare a ridurre lo stress ossidativo della retina, che è tra le cause, se non quella principale, di questa patologia. Le evidenze scientifiche suggeriscono che i nutraceutici hanno un ruolo nel ritardare l’insorgenza della maculopatia, rallentarne la progressione e ridurne gli effetti degenerativi di tipo funzionale.

Leggi anche

L’obesità è legata a un maggior rischio di degenerazione maculare

Lo rivela una ricerca pubblicata su Science

L'obesità ha effetti sulle cellule immunitarie, rendendole più suscettibili alla produzione di molecole infiammatorie

Troppo alcol e cibo durante le Feste, gli occhi sono da proteggere

Lo spiega il professor Gianluca Scuderi, Ordinario di Oftalmologia e Membro della Società Italiana di Nutraceutica

A stare più attenti devono essere coloro che hanno il diabete o altre patologie sistemiche

Daltonismo, lenti speciali per tornare a vedere bene il rosso e il verde, colori del Natale

Una azienda californiana ha sviluppato una tecnologia per lenti oftalmiche in grado di correggere la visione dei colori

La degenerazione maculare è legata ad alcune malattie cardiache

Lo rileva uno studio del Mount Sinai Hospital

I risultati potrebbero contribuire a migliorare lo screening per salvare la vista e prevenire eventi cardiovascolari avversi

Concentrare i pasti della giornata, una strategia che fa bene alla salute

Le diete con digiuno intermittente possono avere effetti sulla perdita di peso e prevenire il rischio di malattie cardiocircolatorie

Interviene il Professor Giovanni Spera (Società Italiana per lo Studio dei Disturbi del comportamento Alimentare & Obesità – SISDCA)

Le cellule gangliari retiniche: note di istologia e valutazione tomografica

Le cellule gangliari retiniche costituiscono il punto di raccolta e passaggio del messaggio visivo

I nutraceutici, sempre più centrali nel mantenimento della salute anche in campo oculistico

No al fai-da-te, occorre seguire sempre il parere di uno specialista

Il punto con il Professor Gianluca Scuderi (Azienda Ospedaliera Sant’Andrea, Roma), organizzatore del Congresso "Nutraceutica e Occhio"

Degenerazione maculare, l’età più a rischio è dopo i 70 anni

Maria Cristina Savastano (Policlinico Gemelli di Roma): “Servono controlli abituali per chi ha familiarità”

Maculopatia, primo impianto di retina artificiale in Italia

Ecco come funziona questo intervento straordinario

L’intervento è nell’ambito di uno studio multicentrico che coinvolge Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Italia

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo