Chirurgia della cornea, si può trattare anche in ambulatorio - EyesON
MALATTIE DELLA CORNEA

Chirurgia della cornea, si può trattare anche in ambulatorio

Il Prof. Alfonso Iovieno illustra quali patologie corneali si possono curare in anestesia locale

La chirurgia della cornea è possibile in ambulatorio? Secondo il Prof. Alfonso Iovieno, Professore associato del Dipartimento di Oftalmologia e scienze visive dell’Università British Columbia di Vancouver (Canada) e membro del Direttivo SITRAC (Società italiana Trapianto di Cornea) la risposta è si.

Certamente non tutta la chirurgia della cornea, ma una parte delle patologie corneali meno severe possono essere trattate con la chirurgia ambulatoriale, come ad esempio lo pterigio, una patologia corneale in cui si osserva una crescita di tessuto fibroso e vascolare sulla congiuntiva bulbare, che parte dell’angolo dell’occhio e si estende verso la cornea, fino ad invaderla.

In ambulatorio, inoltre, si possono trattare anche le cosiddette cheratopatie a bandelletta, caratterizzate da una formazione di depositi di calcio, o anche altre affezioni come le erosioni di correnti. Tutte quelle elencate sono potenzialmente patologie corneali trattabili con chirurgia ambulatoriale.

Cosa significa concretamente per il paziente? Significa sostanzialmente che il paziente si sottopone ad una anestesia locale senza bisogno di sedazione. L’intervento ha durata breve e può lasciare l’ambulatorio in tempi brevi in autonomia, e sottoporsi a controlli post operatori nei giorni successivi. Dal punto di vista del paziente risulta essere una chirurgia oggettivamente più leggera e molto meno impegnativa.

Leggi anche

Il glaucoma e le analogie con l’Alzheimer, una spinta per lo studio di nuove terapie

Il Professor Maurizio Uva (Università di Catania) sottolinea l’importanza della diagnosi precoce

L’intervento di cataratta, mininvasivo e sicuro

La Dottoressa Maria Trinchi (Ospedale San Carlo, Roma): “La visione si riacquista in poco tempo”

Chirurgia del glaucoma vs della cataratta

Il confronto tra gli esperti Carlo Cagini (Università di Perugia) e Vittorio Picardo (Coordinatore Scientifico di EyesON)

Non è una sfida tra le due in cui una esclude l’altra

Il glaucoma pseudo-esfoliativo e le sue particolarità

Topouzis (Presidente European Glaucoma Society): “È un tipo di glaucoma che richiede un intervento importante e tempestivo”, Gandolfi (Presidente Società Italiana Glaucoma): “Va trattato diversamente”

Il parere dei due esperti

Chirurgia refrattiva, lo scopo è raggiungere l’autonomia visiva

Intervista al Prof. Giovanni Alessio, Vice Presidente vicario dell’Associazione Italiana di Chirurgia della Cataratta e Refrattiva (AICCER)

La chirurgia refrattiva ha come scopo quello di correggere i difetti di vista, qualcosa che è molto più complesso di ciò che si potrebbe aspettare

Sequential customized therapeutic keratectomy

Un nuovo approccio per ottimizzare la chirurgia della cataratta

La SCTK è una recente evoluzione della PTK. Utilizza un approccio transepiteliale e personalizzato sul paziente per trattare aberrazioni corneali di alto ordine

Facoemulsificazione della cataratta matura bianca

Secondo l’OMS la cataratta è insieme agli errori refrattivi non corretti, la principale causa curabile di cecità e disabilità visiva nel mondo

Perchè tutti dovrebbero dire di sì alla donazione delle cornee per i trapianti

L’intervento del Vicepresidente della Società Italiana Trapianto di Cornea e Superficie Oculare, Prof. Severino Fruscella

La donazione consente a una persona di vedere e la vista è il più importante tra i 5 sensi

Congresso S.I.GLA. 2022, un successo annunciato!

Si è concluso con successo il XVIII Congresso Nazionale della Società Italiana Glaucoma (S.I.GLA.)

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo