Anche Babbo Natale controlla gli occhi prima di partire per il suo lungo viaggio - EyesON
DIFETTI VISIVI

Anche Babbo Natale controlla gli occhi prima di partire per il suo lungo viaggio

Intervista semiseria con l’oculista Vittorio Picardo, Babbo Natale per un giorno

È quasi tutto pronto: Babbo Natale sta per raggiungere la slitta trainata dalle renne per portare i doni a tutti i bimbi del mondo. Ma tra il buio e l’età che avanza, ce la farà a trovare la direzione giusta?

Non ha dubbi il Dottor Vittorio Picardo, Specialista in Oculistica che opera a Roma, nonché coordinatore scientifico di EyesON: anche quest’anno, dopo una visita oculistica di routine, per lui è un sì: può partire in sicurezza, stando attento naturalmente a tenere ben dritta la barra verso Terra e a non rimanere abbagliato dalla luce delle stelle.

Con questo articolo inauguriamo lo speciale sul Natale del nostro portale, tutto da leggere!

 

Dottor Picardo, ma Babbo Natale ha problemi di vista?

No. Perché riesce a guidare la sua slitta con grande abilità e a trovare le case di tutti i bimbi del mondo senza sbagliare.

Che effetto può fare ai suoi occhi viaggiare di notte per portare i regali?

Sicuramente avvertirà il vento freddo che troverà nei suoi spostamenti dal polo nord verso le varie città del mondo e magari, ogni tanto, gli verrà fuori una lacrimuccia perché la sua slitta non ha vetri anteriori e laterali di difesa.

È un modello decappottabile, utile però per lanciare i regali con più facilità.

A cosa deve stare attento?

A non restare affascinato dalla luce delle stelle in cielo e guardare invece per bene verso la Terra, per individuare subito tutti i bimbi buoni.

Forse, potrebbe mettere un casco con visiera per proteggere i suoi occhi e volare più veloce.

In fondo, è un consiglio valido anche per chi va in motocicletta o in motorino.

Non sappiamo di preciso quanti anni abbia: non vuole mai rivelarla! Ma l’età può portarlo a vederci male?

Ai primi di dicembre, Babbo Natale viene a farsi controllare gli occhi e sapere se può svolgere il suo lavoro, fantastico, meraviglioso e atteso da tutti i bimbi del mondo.

Anche quest’anno è stato un  grande per lui che, so già, sta lavorando per riempire i vari sacchi di doni.

Lui non fuma, non beve alcolici, vive all’aria aperta, cammina tanto vicino alle sue renne, lavora un po’ per tenere le sue slitte ben pulite ed efficienti, per cui vive una vita sana che lo fa star bene da mille e mille anni.

Forse, dovremmo imitarlo di più!

È quasi tutto pronto: Babbo Natale sta per raggiungere la slitta trainata dalle renne per portare i doni a tutti i bimbi del mondo. Ma tra il buio e l’età che avanza, ce la farà a trovare la direzione giusta?

Non ha dubbi il Dottor Vittorio Picardo, Specialista in Oculistica che opera a Roma, nonché coordinatore scientifico di EyesON: anche quest’anno, dopo una visita oculistica di routine, per lui è un sì: può partire in sicurezza, stando attento naturalmente a tenere ben dritta la barra verso Terra e a non rimanere abbagliato dalla luce delle stelle.

Con questo articolo inauguriamo lo speciale sul Natale del nostro portale, tutto da leggere!

 

Dottor Picardo, ma Babbo Natale ha problemi di vista?

No. Perché riesce a guidare la sua slitta con grande abilità e a trovare le case di tutti i bimbi del mondo senza sbagliare.

Che effetto può fare ai suoi occhi viaggiare di notte per portare i regali?

Sicuramente avvertirà il vento freddo che troverà nei suoi spostamenti dal polo nord verso le varie città del mondo e magari, ogni tanto, gli verrà fuori una lacrimuccia perché la sua slitta non ha vetri anteriori e laterali di difesa.

È un modello decappottabile, utile però per lanciare i regali con più facilità.

A cosa deve stare attento?

A non restare affascinato dalla luce delle stelle in cielo e guardare invece per bene verso la Terra, per individuare subito tutti i bimbi buoni.

Forse, potrebbe mettere un casco con visiera per proteggere i suoi occhi e volare più veloce.

In fondo, è un consiglio valido anche per chi va in motocicletta o in motorino.

Non sappiamo di preciso quanti anni abbia: non vuole mai rivelarla! Ma l’età può portarlo a vederci male?

Ai primi di dicembre, Babbo Natale viene a farsi controllare gli occhi e sapere se può svolgere il suo lavoro, fantastico, meraviglioso e atteso da tutti i bimbi del mondo.

Anche quest’anno è stato un  grande per lui che, so già, sta lavorando per riempire i vari sacchi di doni.

Lui non fuma, non beve alcolici, vive all’aria aperta, cammina tanto vicino alle sue renne, lavora un po’ per tenere le sue slitte ben pulite ed efficienti, per cui vive una vita sana che lo fa star bene da mille e mille anni.

Forse, dovremmo imitarlo di più!

Leggi anche

Troppo alcol e cibo durante le Feste, gli occhi sono da proteggere

Lo spiega il professor Gianluca Scuderi, Ordinario di Oftalmologia e Membro della Società Italiana di Nutraceutica

A stare più attenti devono essere coloro che hanno il diabete o altre patologie sistemiche

Daltonismo, lenti speciali per tornare a vedere bene il rosso e il verde, colori del Natale

Una azienda californiana ha sviluppato una tecnologia per lenti oftalmiche in grado di correggere la visione dei colori

Bimbi e ragazzi: la vera ‘trappola’ delle vacanze di Natale sono i dispositivi elettronici

Le raccomandazioni del Professor Paolo Nucci (Università Statale di Milano)

Stare molte ore davanti a uno schermo influisce negativamente sul nostro sistema visivo

Giornata mondiale della Prematurità: la ROP (retinopatia del prematuro), dalla diagnosi alle armi per trattarla

Intervista al Prof. Domenico Lepore (Policlinico Gemelli di Roma, Presidente del Gruppo ROP)

La ROP, retinopatia del prematuro, è la causa di cecità più frequente in età infantile

Rientro a scuola: come proteggere gli occhi davanti al pc

La distanza e la posizione dello schermo sono importanti

Sequential customized therapeutic keratectomy

Un nuovo approccio per ottimizzare la chirurgia della cataratta

La SCTK è una recente evoluzione della PTK. Utilizza un approccio transepiteliale e personalizzato sul paziente per trattare aberrazioni corneali di alto ordine

Maculopatia miopica trattiva. Passato e futuro. Nuova stadiazione e proposte di management

La maculopatia miopica trattiva (MTM) è costituita da un ampio spettro di quadri clinici che possono interessare fino al 30% degli occhi con miopia patologica (MP)

È sempre più ‘epide-miopia’ tra i bambini

Complici gli stili di vita, la vista dei giovanissimi è a rischio

La miopia è sempre più diffusa tra bambini e adolescenti, al punto che si parla di "epide-miopia"

Bambini e occhi: quando effettuare la prima visita oculistica

Il Prof. Luca Buzzonetti (Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Roma): “La diagnosi precoce è importantissima, sia per correggere i difetti della vista che per la cura delle patologie congenite”

Qual è l’età giusta per la prima visita oculistica di un bambino?

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo