Una nuova opzione diagnostica per l’uveite, capace di anticipare la diagnosi - EyesON
MALATTIE DELLA RETINA

Una nuova opzione diagnostica per l’uveite

Testata a Bonn tecnologia italiana

Si stima che dal 5 al 10% della cecità nel mondo sia causato da una malattia infiammatoria dell’occhio, l’uveite.

L’uveite posteriore, in particolare, è spesso associata a una grave progressione della malattia e alla necessità di una terapia immunosoppressiva.
I ricercatori dell’Università di Bonn, in Germania, in uno studio i cui risultati sono pubblicati su Nature – Scientific Reports, hanno testato una nuova opzione diagnostica, che aiuta anche a rendere più personalizzata la terapia: l’autofluorescenza del fondo codificata a colori come metodo di supporto.
Un’azienda italiana ha fornito ai ricercatori il dispositivo.

Il dispositivo e lo studio tedesco

Questo processo comporta l’illuminazione della retina con una luce bluastra. La retina assorbe la luce e la emette nuovamente a una diversa lunghezza d’onda. Il dispositivo misura questa fluorescenza e divide i segnali in una componente verde e una rossa.

“Il rapporto verde-rosso della luce emessa da ciascun focolaio infiammatorio – spiega Maximilian Wintergerst, uno degli autori dello studio – dipende, tra gli altri fattori, dall’esatto sottotipo di uveite posteriore coinvolto”.
I ricercatori hanno esaminato gli occhi di 45 partecipanti allo studio. In tutti è stato diagnosticato in anticipo il sottotipo esatto di uveite. Poiché i diversi sottotipi della patologia richiedono spesso un approccio terapeutico diverso, una diagnosi affidabile per gli esperti è importante.

Leggi anche

Il sonno, un alleato importante contro l’occhio pigro

Uno studio italiano dimostra che il sonno contribuisce a potenziare l’attività plastica del cervello in risposta agli stimoli visivi

Glaucoma, il rischio aumenta se si sviluppano presto diabete o pressione alta

Diabete e pressione alta, specie se si manifestano in giovane età, possono essere campanelli d’allarme da non trascurare anche per la salute degli occhi

Uveite, una malattia complessa per cui è meglio preferire centri specializzati

L’intervento della Prof.ssa Elisabetta Miserocchi (Università Vita Salute, San Raffaele, Milano)

La diagnosi di uveite è estremamente complessa da fare

Congresso S.I.GLA. 2022, un successo annunciato!

Si è concluso con successo il XVIII Congresso Nazionale della Società Italiana Glaucoma (S.I.GLA.)

Il glaucoma nel bambino: la sfida di una sinergia tra il medico e la famiglia

Una patologia delicata perché ad essere colpita è l’intera famiglia, coinvolta insieme al medico nella gestione del piccolo

Il glaucoma, una patologia che si può gestire in ambulatorio

Al via a Napoli il XVIII Congresso S.I.GLA., ecco un estratto della prima giornata

Si è aperto oggi a Napoli il XVIII Congresso S.I.GLA., Società Italiana Glaucoma

Distrofia di Fuchs, aspettativa di tornare a vedere dopo chirurgia è alta

Pia Leon (Ospedale Ss Giovanni e Paolo Venezia): “Impensabile in passato, specialisti più bravi a gestirla e curarla”

La Distrofia di Fuchs è una delle patologie degenerative della cornea. Oggi gli specialisti sono diventati più bravi e gestirla e curarla

Malattie retiniche: torna “Vista In Salute”, la Campagna dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB Italia Onlus)

A Maggio tappa in Sardegna e Liguria

Un tir hi-tech dotato di quattro ambulatori, in cui saranno effettuati controlli gratuiti su glaucoma, retinopatia diabetica, maculopatie

Glaucoma e cataratta congenita, quando l’occhio è colpito alla nascita

Interviene il Prof. Giorgio Marchini

Non sono molto frequenti, ma drammatiche per l'impatto. Perchè dalla loro risoluzione deriva la...

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo