Glaucoma, il rischio aumenta se si sviluppano presto diabete o pressione alta - EyesON
GLAUCOMA

Glaucoma, il rischio aumenta se si sviluppano presto diabete o pressione alta

Diabete e pressione alta, specie se si manifestano in giovane età, possono essere campanelli d’allarme da non trascurare anche per la salute degli occhi.

Prima si sviluppano il diabete di tipo 2 o l’ipertensione nella vita, prima infatti è probabile che insorga anche il glaucoma primario ad angolo aperto, la principale causa di cecità irreversibile nel mondo.
Lo rileva una ricerca dell’UT Southwestern, pubblicata sulla rivista Clinical Ophthalmology.

I risultati potrebbero portare a migliori protocolli di screening per questa patologia oculare.

Decine di milioni di persone hanno il glaucoma nel mondo: poiché la malattia ha pochi sintomi nelle prime fasi, secondo i ricercatori i pazienti vengono spesso diagnosticati nelle fasi successive, quando la vista è già stata permanentemente danneggiata. Sebbene siano stati identificati diversi fattori di rischio per lo sviluppo di glaucoma primario ad angolo aperto (che rappresenta fino al 90% di tutti i casi di glaucoma) tra cui diabete di tipo 2, ipertensione, emicrania e apnea ostruttiva del sonno, non risultava chiaro come potessero influenzare l’insorgenza della patologia.

Per rispondere a questa domanda, sono stati raccolti i dati dalle cartelle cliniche di 389 pazienti con glaucoma primario ad angolo aperto, che si sono recati tra giugno 2019 e dicembre 2019 presso la clinica oculistica dell’Università americana.

Utilizzando modelli statistici, è stato possibile stabilire che l’età della diagnosi di diabete di tipo 2 o ipertensione era significativamente collegata all’insorgenza della malattia oculare: prima i pazienti presentavano una o entrambe queste condizioni, prima tendevano a svilupparla.

Il Dott. Karanjit Kooner, principale autore dello studio, osserva che sia il diabete di tipo 2 che l’ipertensione sono malattie che colpiscono i vasi sanguigni sia del nervo ottico che della retina, causando potenzialmente cambiamenti che predispongono i pazienti al glaucoma primario ad angolo aperto, un’altra condizione con un importante origine vascolare.
Se queste connessioni dovessero reggere nella ricerca futura, concludono i ricercatori, il diabete di tipo 2 e l’ipertensione potrebbero essere aggiunti all’elenco dei fattori che possono attivare lo screening per il glaucoma e portare a una diagnosi precoce, preservando la vista e la qualità della vita dei pazienti.

Leggi anche

Degenerazione maculare, l’età più a rischio è dopo i 70 anni

Maria Cristina Savastano (Policlinico Gemelli di Roma): “Servono controlli abituali per chi ha familiarità”

Il glaucoma e le analogie con l’Alzheimer, una spinta per lo studio di nuove terapie

Il Professor Maurizio Uva (Università di Catania) sottolinea l’importanza della diagnosi precoce

Il nervo ottico, una finestra sul cervello

A Roma il Congresso Neuro-Roma 2022

Dallo studio del nervo ottico alla diagnosi precoce di molte malattie neurologiche

Una nuova opzione diagnostica per l’uveite

Testata a Bonn tecnologia italiana

I ricercatori hanno testato una nuova opzione diagnostica che aiuta ad anticipare la diagnosi

Uveite, una malattia complessa per cui è meglio preferire centri specializzati

L’intervento della Prof.ssa Elisabetta Miserocchi (Università Vita Salute, San Raffaele, Milano)

La diagnosi di uveite è estremamente complessa da fare

Il glaucoma pseudo-esfoliativo e le sue particolarità

Topouzis (Presidente European Glaucoma Society): “È un tipo di glaucoma che richiede un intervento importante e tempestivo”, Gandolfi (Presidente Società Italiana Glaucoma): “Va trattato diversamente”

Il parere dei due esperti

Pressione o compressione? Alcune considerazioni cliniche riguardanti glaucoma e neuropatia ottica compressiva

Il glaucoma è la neuropatia ottica più frequente in assoluto nonché una delle principali cause di cecità nel mondo

È sempre più ‘epide-miopia’ tra i bambini

Complici gli stili di vita, la vista dei giovanissimi è a rischio

La miopia è sempre più diffusa tra bambini e adolescenti, al punto che si parla di "epide-miopia"

La cornea, una lente che va protetta

L’approfondimento con il Dr. Augusto Pocobelli, Direttore di Oftalmologia – Banca degli Occhi Azienda Ospedaliera S. Giovanni Addolorata di Roma

Un’irregolarità sulla cornea si riflette negativamente sulla qualità della vista

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo