Malattie degli occhi nei neonati e bimbi piccoli, il percorso a tappe della prevenzione - EyesON
DIFETTI VISIVI

Malattie degli occhi nei neonati e bimbi piccoli, il percorso a tappe della prevenzione

Il Prof. Giorgio Marchini (Università di Verona): “Servono centri dedicati e controlli oltre che alla nascita a 2-3 anni”

Il mio bambino sarà in salute? È questa la domanda che ogni futuro genitore si pone al momento dell’approssimarsi della nascita del figlio. Per quanto riguarda eventuali patologie oculari, a parte quelle di natura genetica, è difficile poter fare delle previsioni: l’occhio è così piccolo che la tecnologia diagnostica può ipotizzarne solo alcune rare e particolari. Lo spiega il Prof. Giorgio Marchini, Professore Ordinario di Malattie dell’apparato visivo e direttore della Clinica Oculistica dell’Università di Verona.

Le patologie oculari nei bambini appena nati sono per fortuna rare, ma particolarmente impegnative e gravi, per cui è indispensabile istituire una modalità di controllo nel momento della nascita e poi nelle fasi successive della crescita. Non attendere l’età scolare, ma dopo la nascita anche a 2-3 anni di età un controllo può e deve essere fatto a scopo di prevenzione.

Tra le patologie oculari dei bambini il focus dell’esperto è poi in particolare su glaucoma e cataratta congenita: la risoluzione passa per una chirurgia difficile, ed è meglio indirizzarsi in un centro di riferimento specifico.

Leggi anche

Il glaucoma e le analogie con l’Alzheimer, una spinta per lo studio di nuove terapie

Il Professor Maurizio Uva (Università di Catania) sottolinea l’importanza della diagnosi precoce

Rientro a scuola: come proteggere gli occhi davanti al pc

La distanza e la posizione dello schermo sono importanti

Ricostituito il Comitato Tecnico Nazionale per la Prevenzione della Cecità e dell’Ipovisione

La ricostituzione del Comitato conferma che le attività di Prevenzione della Cecità e dell’Ipovisione sono motivo di attenzione particolare dell’attività di Governo

Glaucoma negli ambulatori territoriali, occorre sinergia tra tutte le categorie oculistiche

Strumenti vetusti o che mancano, l’appello della Dott.ssa Giulia Mandelli

Per una diagnosi di glaucoma e per seguire l’evoluzione della malattia occorrono strumenti specifici: spesso, specie a livello territoriale, mancano

Il glaucoma nel bambino: la sfida di una sinergia tra il medico e la famiglia

Una patologia delicata perché ad essere colpita è l’intera famiglia, coinvolta insieme al medico nella gestione del piccolo

È sempre più ‘epide-miopia’ tra i bambini

Complici gli stili di vita, la vista dei giovanissimi è a rischio

La miopia è sempre più diffusa tra bambini e adolescenti, al punto che si parla di "epide-miopia"

Malattie retiniche: torna “Vista In Salute”, la Campagna dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB Italia Onlus)

A Maggio tappa in Sardegna e Liguria

Un tir hi-tech dotato di quattro ambulatori, in cui saranno effettuati controlli gratuiti su glaucoma, retinopatia diabetica, maculopatie

Ipovisione, la presa in carico del bambino è multidisciplinare

Il Prof. Luca Buzzonetti (Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Roma): “Sono necessarie strutture che prevedano diverse figure professionali, dall’oculista, al tiflologo, fino allo psicologo”

Oggi vi è la possibilità di supportare, sostenere e accompagnare bambini e ragazzi con ipovisione nel loro percorso di vita

Bambini e occhi: quando effettuare la prima visita oculistica

Il Prof. Luca Buzzonetti (Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Roma): “La diagnosi precoce è importantissima, sia per correggere i difetti della vista che per la cura delle patologie congenite”

Qual è l’età giusta per la prima visita oculistica di un bambino?

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo