Impiantato per la prima volta al mondo un occhio stampato in 3D - EyesON
PREVENZIONE E IPOVISIONE

Impiantato per la prima volta al mondo un occhio stampato in 3D

È stato impiantato presso il Moorfields Eye Hospital di Londra per la prima volta al mondo un occhio protesico stampato in 3D, completamente digitale.

Il primo paziente, Steve Verze, ingegnere sulla quarantina, ha provato per la prima volta l’occhio l’11 novembre 2021, insieme a una tradizionale protesi acrilica. Tornando a casa il 25 novembre con solo il suo occhio stampato, è il primo a utilizzare un occhio stampato in 3D come unica protesi.

Le novità della protesi 3D

Rispetto alla tradizionale protesi acrilica, la protesi oculare stampata in 3D è più realistica e definita, e dà la percezione della profondità reale della pupilla. A differenza dei metodi tradizionali, utilizza scansioni dell’occhio invece di uno stampo invasivo della cavità oculare. Anche la velocità del processo di produzione, fanno notare dall’ospedale, è un elemento che potrebbe favorire l’utilizzo di protesi oculari stampate in 3D.
Gli occhi protesici acrilici tradizionali sono infatti dipinti a mano e richiedono circa sei settimane per essere completati.
Con la stampa 3D, una volta eseguita una scansione, la protesi può essere stampata entro due ore e mezza. Viene quindi inviato a un oculista per rifinire, lucidare e adattare.
L’intero processo richiede solo due o tre settimane.

Le reazioni del paziente

“Ho bisogno di una protesi oculare da quando avevo 20 anni e mi sono sempre sentito a disagio”, ha aggiunto Steve, il paziente – questo nuovo occhio ha un aspetto fantastico e, essendo basato sulla tecnologia di stampa digitale 3D, sarà sempre migliore”.

“Siamo entusiasti del potenziale di questo occhio protesico completamente digitale”, ha affermato il professor Mandeep Sagoo, docente di oftalmologia presso il NIHR Biomedical Research Center presso il Moorfields Eye Hospital e l’UCL Institute of Ophthalmology.
“Speriamo – ha concluso – che una prossima sperimentazione clinica ci fornisca prove solide sul valore di questa nuova tecnologia, mostrando la differenza che fa per i pazienti. Ha chiaramente il potenziale per ridurre le liste di attesa”.

Leggi anche

Maculopatia, primo impianto di retina artificiale in Italia

Ecco come funziona questo intervento straordinario

L’intervento è nell’ambito di uno studio multicentrico che coinvolge Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Italia

Una retina artificiale per la maculopatia degenerativa

La parola al Dott. Marco Andrea Pileri, che ha eseguito l’intervento

Impiantata per la prima volta in Italia una retina artificiale ad un paziente affetto da degenerazione maculare senile

Ricostituito il Comitato Tecnico Nazionale per la Prevenzione della Cecità e dell’Ipovisione

La ricostituzione del Comitato conferma che le attività di Prevenzione della Cecità e dell’Ipovisione sono motivo di attenzione particolare dell’attività di Governo

Il glaucoma non compromette la funzione cognitiva

Una ricerca americana ha stabilito che qualsiasi associazione tra le due potrebbe essere debole o del tutto assente

Perlomeno fino al punto in cui la malattia non compromette in maniera molto importante la vista

Donare la propria voce per un Audiolibro

Al Salone del Libro di Torino l’iniziativa dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (UICI)

L’invito a donare la propria voce per degli audiolibri, per regalare il piacere della lettura a chi non vede

Sensibilizzare i giovani sulla disabilità visiva: a Milano un laboratorio multisensoriale per mettersi nei panni dei non vedenti

Un modo concreto per interpretare la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità

Il canestro di Jules, una ragazza non vedente, fa esplodere di gioia l’intera palestra e diventa virale

Jules Hoogland, studentessa non vedente di 17 anni, ha fatto esplodere un’intera palestra con le sue abilità nel basket

Giornata nazionale del Braille, l’alfabeto dell’inclusione

Permette a non vedenti o ipovedenti l’accesso alla cultura e all’informazione

Santa Lucia, tutte le curiosità sulla protettrice della vista

La tradizione popolare l’ha sempre invocata come protettrice della vista per l’etimologia del suo nome

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo