Crosslinking, oggi la procedura è accelerata

L’intervento del Prof. Cosimo Mazzotta, Direttore del Siena Crosslinking Center

 

Oggi il crosslinking è accelerato: ciò che qualche anno fa veniva effettuato in un’ora oggi viene fatto in soli 20 minuti. Questo rende la procedura in qualche modo più confortevole per il paziente e contribuisce a ridurre le liste d’attesa: il tutto con immutata sicurezza ed efficacia.

Durante il crosslinking si eroga una quantità di energia che può essere potenziata, aumentando l’intensità della luce ultravioletta e riducendo il tempo di esposizione al di sotto dei 20 minuti.

Tutte le novità in ambito chirurgico nell’intervista al Prof. Cosimo Mazzotta, Professore Associato in Malattie dell’apparato visivo, Specialista Convenzionato Unità dipartimentale di oculistica AUSL Toscana Sudest, Professore a contratto Università di Siena e Direttore del Siena Crosslinking Center.

Spread the love

dovresti vedere

MIGS, contro il glaucoma anche le tecniche mininvasive

Il punto di Matteo Sacchi, Responsabile Centro Glaucoma della Clinica Oculistica dell’Università degli Studi di Milano