Dal 6 al 12 marzo settimana mondiale del glaucoma, SIGLA con UICI in campo con screening gratuiti e un filo diretto con i pazienti

Contro il glaucoma, ladro silenzioso della vista, giocare d’anticipo, facendo un controllo dall’oculista, può fare la differenza. È con questo obiettivo che SIGLA, Società Italiana Glaucoma, e UICI, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, uniscono le forze per la prevenzione e la diagnosi precoce, in occasione della Settimana Mondiale del Glaucoma, dal 6 al 12 marzo. Offrendo visite gratuite con gli specialisti in alcune delle principali città italiane, rivolte in particolare a chi non le ha mai fatte o ha una familiarità con la patologia, e consulti telefonici con gli esperti, una sorta di ‘filo diretto’ per sciogliere dubbi e quesiti.

“La settimana del glaucoma – spiega il Prof. Stefano Gandolfi, Presidente di SIGLA e Direttore della Struttura Complessa di Oculistica – Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parmaè un modo per lavorare tutti insieme, in maniera coerente, a livello mondiale, sensibilizzando da un lato sulla patologia e dall’altro facendo prevenzione con screening gratuiti sul territorio”.

“Il glaucoma è un ladro silenzioso che invade le vite di tante persone che ne sono colpite” – dichiara Mario Barbuto – Presidente UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti)“La prevenzione rimane il mezzo più efficace per salvare la vista di migliaia e migliaia di cittadini a rischio. L’UICI rimane in prima linea in questo impegno, per rispondere ai propri valori fondativi e offrire alla cittadinanza un servizio utile ed essenziale”.

“L’importanza di una corretta informazione è la vera arma di prevenzione contro il glaucoma” – aggiunge il Dott. Antonio Rapisarda, Direttore Scientifico del Polo oculistico del Policlinico Morgagni Di Stefano-Velona di Catania, Consigliere e Socio Fondatore S.I.GLA. (Società Italiana Glaucoma) – “Informare il più possibile e con tutti gli strumenti di comunicazione il pubblico ed i cittadini, prima ancora che diventino pazienti, su una patologia come il glaucoma, è fondamentale, poiché soltanto la diffusione della conoscenza di questa patologia consente di fare una buona prevenzione”.

“La pandemia – prosegue il Presidente Gandolfiha avuto inevitabili ripercussioni sui pazienti con glaucoma. Se non si va dal medico a farsi controllare una malattia progressivamente invalidante, il rischio che i danni aumentino cresce. Il Covid ha smascherato tutte le fragilità, che non riguardano solo il glaucoma ma tutte le patologie croniche paucisintomatiche, cioè che danno pochi sintomi perlomeno iniziali. Abbiamo imparato che va fatta medicina di prossimità, permettendo ai pazienti di essere seguiti nella maniera meno ingombrante possibile. Da qui la telemedicina ed il decentramento delle cure in centri di prossimità sul territorio. Fare uscire i momenti di raccolta dati, ad esempio gli esami strumentali, dall’ambito dei centri di terzo livello come l’ospedale e portarli sul territorio. È una lezione che abbiamo imparato, in maniera purtroppo dolorosa”.

Otto città coinvolte: gli eventi nel dettaglio

La prima iniziativa coinvolge otto città: Milano, Caserta, Parma, Pisa, Siena, Catania, Perugia e Pesaro.

Nel primo caso l’iniziativa coinvolge l’Ospedale San Giuseppe, dove martedì 8 marzo è prevista l’apertura dell’ambulatorio per attività di screening e informazione sul glaucoma (ore 9.00-12.00).

Nel secondo caso, mercoledì 9 marzo, a Caserta, l’UICI organizza, con il Dott. Decio Capobianco, coordinatore regionale SIGLA, un momento di informazione e approfondimento sul glaucoma, nel quale lo specialista risponderà alle domande.

Nel terzo caso, a Siena, da una collaborazione tra l’UICI e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, è prevista su prenotazione una giornata presso gli ambulatori della AOUS il mercoledì 9 marzo.

Nel quarto caso, Parma, mercoledì 9 marzo e giovedì 10 marzo, mattina e pomeriggio, visite alla UICI con gli specialisti SIGLA.

A Pisa, un’unità mobile attrezzata per lo screening glaucoma, effettuerà delle visite in Piazza XX settembre mercoledì 9 e giovedì 10 marzo, dalle 10.00 alle 16.00.

A Catania, S.I.GLA.in collaborazione con UICI organizza una giornata di screening sulla prevenzione della malattia glaucomatosa per la giornata di sabato 12 marzo.

A Perugia, S.I.GLA. in collaborazione con UICI, USl Umbria 1 e l’Azienda Ospedaliera di Perugia organizza presso la Sala Falcone e Borsellino del Palazzo della Provincia di Perugia un incontro/conferenza per la giornata di sabato 12 marzo.

A Pesaro, ottava città coinvolta, l’appuntamento per una giornata di accoglienza con misurazione del tono e osservazione del fundus presso la locale sede dell’UICI, è previsto per sabato 12 marzo.

Il filo diretto con gli specialisti

Si chiama “Parla con SIGLA” l’iniziativa della società scientifica di riferimento per il glaucoma messa in atto da lunedì 7 Marzo a venerdì 11 Marzo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00. Gli esperti di SIGLA risponderanno telefonicamente a domande, richieste, informazioni sulla patologia del glaucoma (sintomi, diagnosi, terapia).

Sarà possibile consultare da lunedì 7 marzo sul sito SIGLA (sigla.org) il programma con l’elenco degli esperti ed il numero di telefono dedicato.

Il glaucoma

Il glaucoma è una malattia cronica, progressiva e degenerativa del nervo ottico che produce un caratteristico danno del campo visivo causato dall’aumento della pressione oculare. È la seconda causa di cecità e soprattutto è irreversibile.

Si stima che nel mondo circa 80 milioni di persone soffrano di glaucoma, in Italia sono circa un milione e duecentomila. Circa il 50% delle persone con glaucoma non è consapevole di avere la malattia. Questo perché nelle fasi iniziali la patologia è asintomatica. Ma bisogna fare il possibile per intercettarla prima che produca danni importanti. Se non trattato, infatti, il glaucoma può evolvere in cecità. Controlli periodici consentono invece una diagnosi precoce che può aiutare a prevenire la disabilità visiva.

Nuove terapie

Sul glaucoma per quanto riguarda la terapia farmacologica il Presidente Gandolfi sottolinea che vi sono “farmaci nuovi, recentemente registrati, che aiuteranno a personalizzare sempre di più le terapie. Oltre a farmaci nuovi – prosegue poi l’esperto – è in via di registrazione una batteria di sistemi a lento rilascio che permetteranno di essere trattati con medicine senza dover mettere le gocce quotidianamente. Questo è un passaggio importante, sia in termini di disturbo che le gocce inevitabilmente danno sia in termini di qualità di vita. Se ho un medico che mi fa un’applicazione ogni sei mesi cambia anche l’impatto che ho della malattia. Le armi a disposizione sono tante, l’importante è usare quella giusta al momento giusto”.

La settimana mondiale del Glaucoma

“The world is bright, save your sight”, il mondo è luminoso, salva la tua vista. Questo il claim scelto per la settimana mondiale del glaucoma.

Si tratta di un’iniziativa globale della World Glaucoma Association (WGA) al fine di aumentare la consapevolezza sul glaucoma.

“La Settimana mondiale del glaucoma – sottolinea la Dott.ssa Neeru Gupta, Presidente della World Glaucoma Association – è un’iniziativa unica che punta i riflettori sul glaucoma come la principale causa di cecità irreversibile prevenibile in tutto il mondo. La diagnosi e il trattamento tempestivi del glaucoma possono prevenire inutili danni alla vista; tuttavia, così tanti non sono consapevoli di avere la malattia o potrebbero non avere accesso alle cure tanto necessarie. Poiché si prevede che i numeri aumenteranno in modo esponenziale, è una crescente preoccupazione per la salute pubblica che richiede maggiore attenzione”.

Spread the love

dovresti vedere

Così la retina avrà meno segreti

Dalle cellule gliali ed ottiche adattive nuove possibilità per la diagnosi e la terapia delle malattie retiniche