Intervento di cataratta: il percorso pre e post operatorio - EyesON
CATARATTA

L’intervento di cataratta: il percorso pre e post operatorio

Incontro tra medico e paziente

Il primo incontro tra medico e paziente si chiama anamnesi, nel quale il medico si informa sullo stato di salute del paziente che precede l’intervento di cataratta.

La visita e gli esami di base

Dopo una rapida e specifica visita si passa ad eseguire i principali esami diagnostici:

  • Tonometria
  • Dilatazione della pupilla
  • Esame del fondo oculare
  • Biometria

Gli esami aggiuntivi

È possibile effettuare ulteriori esami di approfondimento che rendono ancor più preciso l’inquadramento del paziente:

  • l’OCT della retina
  • la conta endoteliale.

Consenso informato

Dopo la visita il medico invita il paziente a leggere e compilare il consenso informato. In questo modo, il paziente ha a disposizione tutte le informazioni necessarie prima di sottoporsi all’intervento di cataratta.

Terapia pre e post intervento

Prima e dopo l’intervento di cataratta il medico consegnerà al paziente la terapia pre e post operatoria da seguire.

Leggi anche

Glaucoma, prima dell’intervento la superficie oculare si protegge e idrata anche con i sostituti lacrimali

Lo spiega il Dottor Matteo Sacchi, del Comitato Scientifico di SIGLA, Società Italiana Glaucoma

L’occhio secco mette a rischio la cornea

Uno studio sui topi identifica geni e proteine che potrebbero essere bersagli per la terapia

Le persone con una condizione nota come malattia dell'occhio secco hanno maggiori probabilità di quelle con occhi sani di subire lesioni alla cornea

Le risoluzioni per il Nuovo Anno, in cima la cura degli occhi

Ecco dei consigli utili che arrivano da ACE High-Quality Eye Care, organizzazione no-profit del Regno Unito

Daltonismo, lenti speciali per tornare a vedere bene il rosso e il verde, colori del Natale

Una azienda californiana ha sviluppato una tecnologia per lenti oftalmiche in grado di correggere la visione dei colori

Campo visivo e immagini OCT: per una corretta valutazione delle progressioni del glaucoma

Fa il punto il Dottor Maurizio Taloni

Un ampio focus su indici funzionali, efficacia della terapia in uso, diagnosi precoce

Cornea, a Bologna eseguito con successo il primo trapianto con protesi endoteliale artificiale

Ad eseguirlo il Prof. Luigi Fontana, Direttore di Oftalmologia del Policlinico Sant’Orsola e Segretario Società Italiana Trapianto di Cornea e Superficie Oculare

Da zero a sei decimi di vista con un intervento di mezz’ora: la storia di una paziente di 76 anni, che torna a vedere da un occhio dopo 5 anni di cecità

La degenerazione maculare è legata ad alcune malattie cardiache

Lo rileva uno studio del Mount Sinai Hospital

I risultati potrebbero contribuire a migliorare lo screening per salvare la vista e prevenire eventi cardiovascolari avversi

Nel mondo 200 milioni di persone con degenerazione maculare, i nutraceutici utili specie nella forma ‘secca’

Ritardano l’insorgenza della maculopatia, ne rallentano la progressione e ne riducono gli effetti degenerativi di tipo funzionale

Fa il punto la Dottoressa Martina Maceroni, Fondazione Policlinico A. Gemelli di Roma

Danni alla retina evitabili controllando bene il diabete

Le indicazioni della Dr.ssa Monica Varano (Fondazione G.B. Bietti) in occasione della Giornata Mondiale del Diabete

Monitorare glicemia ed ipertensione contribuisce a rallentare l’insorgenza della retinopatia diabetica

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo