Degenerazione maculare, l’età più a rischio è dopo i 70 anni - EyesON
MALATTIE DELLA RETINA

Degenerazione maculare, l’età più a rischio è dopo i 70 anni

Maria Cristina Savastano (Policlinico Gemelli di Roma): “Servono controlli abituali per chi ha familiarità”

Si è più a rischio di degenerazione maculare legata all’età a partire forse dai 70 anni, sebbene l’incidenza della patologia negli ultimi anni, in termini di età di esordio, si stia abbassando. Per questa malattia, nella quale è importante una diagnosi precoce, sono consigliati controlli annuali, e in generale controlli serrati per chi ha una maggiore predisposizione, dettata ad esempio da una familiarità.

A spiegarlo è la dottoressa Maria Cristina Savastano, Oculista del Policlinico Gemelli di Roma, esperta di patologie della retina medica.

Utilizzo dei nutraceutici e prevenzione

Si può prevenire la maculopatia legata all’età con i nutraceutici? La risposta dell’esperta è che aiutano, ma va chiarito che non sono un farmaco, bensì un supporto polivitaminico mirato, a base di nutraceutici con grossi potenziali antiossidanti, che non possono modificare la malattia, ma ne possono influenzare l’evoluzione e il decorso.

La diagnosi

“Nel caso di una maculopatia secca – spiega la Dottoressa Savastano – è più difficile accorgersi che qualcosa non va, per lo sviluppo lento e graduale della patologia. Al contrario, per quanto riguarda la maculopatia umida o essudativa il paziente si accorge immediatamente che compare nella parte centrale del campo visivo una difficoltà di visione o distorsione delle immagini che infastidisce numerosi comuni atti della vita”.

“La diagnosi – conclude la Dottoressa Savastano – non è difficile per un oculista, perché può essere sufficiente una semplice visita con l’osservazione del fondo oculare. Nel caso di un dubbio diagnostico o necessità di approfondimento, vi è oggi la possibilità di utilizzare apparecchi di ultima generazione, che sono definibili come delle Tac senza mezzo di contrasto, che sono l’OCT o l’angiografia OCT, che consentono di visualizzare i dettagli in alta risoluzione che avvengono nella parte centrale della retina (la macula), confermando la diagnosi precoce di maculopatia. L’esame OCT è poi comunque utile per verificare il decorso nel tempo di questa patologia invalidante”.

Leggi anche

Il glaucoma e le analogie con l’Alzheimer, una spinta per lo studio di nuove terapie

Il Professor Maurizio Uva (Università di Catania) sottolinea l’importanza della diagnosi precoce

Il nervo ottico, una finestra sul cervello

A Roma il Congresso Neuro-Roma 2022

Dallo studio del nervo ottico alla diagnosi precoce di molte malattie neurologiche

Maculopatia, primo impianto di retina artificiale in Italia

Ecco come funziona questo intervento straordinario

L’intervento è nell’ambito di uno studio multicentrico che coinvolge Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Italia

Una retina artificiale per la maculopatia degenerativa

La parola al Dott. Marco Andrea Pileri, che ha eseguito l’intervento

Impiantata per la prima volta in Italia una retina artificiale ad un paziente affetto da degenerazione maculare senile

Glaucoma, il rischio aumenta se si sviluppano presto diabete o pressione alta

Diabete e pressione alta, specie se si manifestano in giovane età, possono essere campanelli d’allarme da non trascurare anche per la salute degli occhi

Uveite, una malattia complessa per cui è meglio preferire centri specializzati

L’intervento della Prof.ssa Elisabetta Miserocchi (Università Vita Salute, San Raffaele, Milano)

La diagnosi di uveite è estremamente complessa da fare

Facoemulsificazione della cataratta matura bianca

Secondo l’OMS la cataratta è insieme agli errori refrattivi non corretti, la principale causa curabile di cecità e disabilità visiva nel mondo

È sempre più ‘epide-miopia’ tra i bambini

Complici gli stili di vita, la vista dei giovanissimi è a rischio

La miopia è sempre più diffusa tra bambini e adolescenti, al punto che si parla di "epide-miopia"

Malattie retiniche: torna “Vista In Salute”, la Campagna dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB Italia Onlus)

A Maggio tappa in Sardegna e Liguria

Un tir hi-tech dotato di quattro ambulatori, in cui saranno effettuati controlli gratuiti su glaucoma, retinopatia diabetica, maculopatie

Previous ArticleNext Article

Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy


Si, voglio ricevere EyesLetter

 

 

Ho preso visione e accetto la Privacy Policy

Condividi via mail questo articolo