Distrofia di Fuchs, l’aspettativa di tornare a vedere dopo la chirurgia è alta

Pia Leon (Ospedale SS. Giovanni e Paolo Venezia): «Impensabile in passato, specialisti più bravi a gestirla e curarla»

 

La Distrofia di Fuchs è una delle patologie degenerative della cornea. Oggi gli specialisti sono diventati più bravi e gestirla e curarla.

L’aspettativa dei pazienti di tornare a vedere post trattamento chirurgico è molto alta, cosa che fino a qualche anno fa era impensabile. Gli specialisti sono in grado di gestirla meglio, diagnosticarla prima e attribuirle uno stadio di progressione. La cosiddetta stadiazione è importante, perché si riesce a riservare ad ogni caso la giusta terapia chirurgica.

L’approfondimento della Dott.ssa Pia Leon, Dirigente medico di Oculistica presso l’Ospedale Civile SS. Giovanni e Paolo di Venezia.

Spread the love

dovresti vedere

MIGS, contro il glaucoma anche le tecniche mininvasive

Il punto di Matteo Sacchi, Responsabile Centro Glaucoma della Clinica Oculistica dell’Università degli Studi di Milano